Archivi categoria: consigli comunali

ODG delle opposizioni sul Santa Chiara

IL CONSIGLIO COMUNALE DI VOLTERRA

 Visto l’ordine del giorno approvato da questo Consiglio in data 27 Gennaio 2011 che impegnava il Sindaco “ad operare nel contesto della Società della Salute per la valorizzazione del ruolo e delle funzioni dell’APSP Santa Chiara e affinché le Istituzioni locali si impegnino a ricercare nuove attività e servizi sociali garantiti per l’APSP Santa Chiara…”

Visto che non risulta a questo Consiglio nessun adempimento svolto dal Sindaco in tal senso e visto che la situazioni del Santa Chiara ci risulta peggiore di quella dello scorso anno

Vista la Delibera del CdA del Santa Chiara del 29 Dicembre 2011

 Esprime

una valutazione nettamente negativa del Piano proposto all’approvazione di questo Consiglio.

In particolare:

1. Non tiene conto minimamente dei bisogni sociali del territorio e delle fasce più deboli, cosa che avrebbe dovuto essere la premessa a qualsiasi proposta di sviluppo

2. Affida all’ingresso di un privato in società la risoluzione di tutti i problemi dell’azienda

3. Propone la riduzione dei costi di gestione quasi esclusivamente a carico dei lavoratori e delle lavoratrici

4. Individua lo spostamento della residenza del Santa Chiara in luoghi assolutamente inadeguati al ruolo sociale dell’azienda e quindi inaccettabili

5. Ipotizza un piano finanziario irrealistico e in contraddizione con gli strumenti urbanistici del Comune, anche alla luce delle recenti decisioni della Giunta Comunale circa lo SD 2 (Schema Direttore 2)

6. Non prevede risposte immediate ai problemi urgenti attuali né propone una realistica prospettiva di sviluppo dell’Azienda.

 Ritiene viceversa utile

la mobilitazione messa in atto dal personale del Santa Chiara e condivide le proposte avanzate dalle OOSS e in particolare quelle relative ai risparmi possibili nella gestione dell’azienda (riduzione dei costi per le nomine, accorpamenti di funzioni con il Comune di Volterra)

Chiede al Sindaco di attivare un dialogo costruttivo con gli operatori dell’azienda e con le altre Istituzioni variamente coinvolte per le attività sociali per costruire così un percorso condiviso che porti l’azienda a svilupparsi e ad essere punto di riferimento della Val di Cecina per le attività sociali che in maniera coerente e progressiva potrà svolgere.

Impegna il Sindaco a relazionare periodicamente al Consiglio.

Città Aperta, Progetto Originario e La Sinistra per Volterra

I gruppi di minoranza scrivono al Prefetto

COMUNICATO STAMPA DEI GRUPPI

CITTA’ APERTA

PROGETTO ORIGINARIO

SINISTRA PER VOLTERRA

Il 19 Novembre 2011, congiuntamente, i tre gruppi di minoranza di Volterra hanno deciso di scrivere una lettera al Prefetto (che si inoltra per conoscenza) e inviano il seguente comunicato stampa a commento della gestione del Consiglio e della Conferenza dei Capigruppo che stanno nella responsabilità del Sindaco Buselli.

Continua la lettura di I gruppi di minoranza scrivono al Prefetto

Variante al Regolamento urbanistico comunale: il garante regionale accoglie i miei rilievi

Rendo pubblici due documenti relativi alla variante al regolamento urbanistico recentemente approvata dal Consiglio Comunale.

– La mia lettera esposto alla Regione, alla Prefettura e alla Procura circa i dubbi di legittimità di quella deliberazione.

– La risposta della Regione Toscana –  garante regionale della comunicazione nel governo del territorio –   che accoglie i miei rilievi.

 

questa è la mia lettera – esposto:

Continua la lettura di Variante al Regolamento urbanistico comunale: il garante regionale accoglie i miei rilievi

Marco Costanzi fiduciario del Sindaco

Marco Buselli ha delegato il noto militante neo-fascista Marco Costanzi come suo fiduciario nell’assemblea dell’ATO 5. Ha dato la notizia in chiusura di seduta del consiglio comunale e si è sbrigato molto in fretta, forse perchè un pò di vergogna deve averla provata.

Ma la notizia non è passata inosservata in città e ora il sindaco alza la voce per dire:<< Anche in questo caso la trasversalità a cui si ispira il progetto civico è stata da me rispettata come cardine dell’agire politico>>.

Continua la lettura di Marco Costanzi fiduciario del Sindaco

messaggio mail del prof. Giuseppe Furlanis

Ho ricevuto un messaggio mail dal prof. Furlanis e, siccome contiene considerazioni di carattere culturale e politico importanti, ho deciso di pubblicarlo. Sono proprio contento che il prof. Giuseppe Furlanis, ex assessore alla cultura, abbia scritto questo messaggio indirizzato, oltre che a me, anche al Sindaco Marco Buselli e agli altri capigruppo consiliari di Volterra. Durante la seduta del Consiglio Comunale, a chiusura della discussione sull’argomento Unione dei Comuni, quando il Sindaco ha fatto quell’affermazione sul manicomio, io gli ho chiesto di ripetere la frase in modo chiaro e gli promesso che avrei mandato il verbale del consiglio al Corriere della Sera, per denunciare la gravità della regressione culturale dell’amministrazione comunale di Volterra.

Ecco la mail del professore:

“Volterra starà a guardare, non farà la prima della classe come ha fatto chiudendo il manicomio e perdendo 1200 posti di lavoro!” (Marco Buselli 31/8/2011)

A volte, casualmente, leggo sulla stampa, o in “rete”, alcune affermazioni del sindaco Buselli che mi confermano quanto fosse giusta la decisione di lasciare l’incarico di Assessore alla cultura. Incarico che mi ha affidato lo stesso Buselli e che ho lasciato con dispiacere per l’affetto che ho per Volterra e per la vivacità culturale che ho trovato in questa cittadina nonostante il suo isolamento geografico. Ormai lontano da due anni dalla vita politica della città, ho sempre evitato di fare commenti, sebbene mi senta spesso coinvolto. Ma quanto detto da Buselli, in occasione del Consiglio Comunale del 31 Agosto, mi sembra troppo grave per non esprimere alcun commento. Spero che sia stata una uscita infelice, fatta senza riflette sulle parole dette, e non sia invece una frase meditata per raccogliere quel consenso populista, caratterizzato da una crescente grettezza dei sentimenti, che sembra dilagare nel nostro paese e che ci avvia verso un declino culturale ben più grave e pericoloso di quel declino economico che con fatica cerchiamo di evitare. Probabilmente tendo ad accentuare la gravità dell’affermazione di Buselli perché avendo operato come volontario nei manicomi, prima della loro chiusura, ho provato l’angoscia di quelle vite, marginalizzate, segregate in vere prigioni. Una psichiatria “istituzionale” che trattava i malati come criminali, anzi peggio di feroci criminali. Per questo mi sono impegnato per la chiusura dei manicomi, sebbene fossi consapevole come questa scelta – come dice Buselli- avrebbe comportato anche la perdita di posti di lavoro. So bene quanto questa scelta abbia inciso anche sull’economia di Volterra, dove molti artigiani svolgevano la doppia attività, alternando le ore della loro giornata tra ospedale psichiatrico e bottega. Ma nessun posto di lavoro può giustificare un vita marginalizzata e maltrattata. La chiusura dei manicomi, nonostante i sacrifici che ha comportato, è stata una scelta di civiltà che deve essere difesa. Ci sono valori che non hanno prezzo!! Spero che anche Buselli ci ripensi!!

Cari saluti

Giuseppe Furlanis

 

breve resoconto del Consiglio Comunale di mercoledì 31 agosto 2011

Processo di trasformazione della Comunità Montana Alta Val di Cecina in Unione di Comuni.

Il consiglio è stato convocato su richiesta delle minoranze esclusa la Bassini. Su questo argomento ha introdotto Rosa Dello Sbarba a nome delle minoranze illustrando un documento di adesione al processo di costruzione dell’unione speciale. La Lista Civica ha presentato un suo documento di significato opposto che ha ricevuto, naturalmente, anche il voto della Bassini. La sede a Pomarance è la ragione di fondo per cui il comune di Volterra non aderisce all’Unione, rimanendo completamente isolato dagli altri comuni. Il sindaco ha concluso dicendo:”questa volta Volterra starà a guardare e non farà la prima della classe come ha fatto chiudendo il manicomio e perdendo 1200 posti di lavoro”.

Continua la lettura di breve resoconto del Consiglio Comunale di mercoledì 31 agosto 2011

Unione Speciale dei Comuni. Richiesta di convocazione del Consiglio Comunale

E’ ormai trascorso circa un mese e mezzo dal Consiglio congiunto dei cinque Comuni dell’Alta Val di Cecina, tenutosi allo Spazio Savioli di Pomarance alla presenza del Presidente dell’Uncem Giurlani, sull’opportunità di costituire l’Unione dei Comuni Alta Val di Cecina. Il Comune di Volterra in quell’occasione, per ragioni formali legate a norme statutarie, non partecipò al voto sul documento di avvio al processo di trasformazione della Comunità Montana in Unione Speciale dei Comuni. Continua la lettura di Unione Speciale dei Comuni. Richiesta di convocazione del Consiglio Comunale

Resoconto del Consiglio Comunale dell’8 luglio 2011

Donazione pezzi storici di alabastro Bessi/Giglioli. Accettazione.

In realtà il Consiglio non ha deliberato l’accettazione della donazione, ma solo “di ritenere meritevole la proposta di donazione da parte dei coniugi Anna Rosa Bessi e Salvatore Giglioli ……”. Quindi un passaggio “informativo”. Sarà necessario un nuovo passaggio nel Consiglio Comunale quando gli atti saranno perfezionati. La Lista civica ha negato un emendamento proposto da Sonia Guarneri che impegnava la Giunta a comunicare al Consiglio le attività messe in atto per portare a compimento l’operazione (allestimento museo, valutazione delle opere, ecc). Per questo mi sono astenuto, insieme a Progetto Originario.

Continua la lettura di Resoconto del Consiglio Comunale dell’8 luglio 2011

MOZIONE SULLA RIPUBBLICIZZAZIONE DELL’ACQUA

Ho messo all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale che si terrà martedì 28 giugno questa mozione per dar seguito politico alla grande vittoria referendaria del 12 e 13 giugno.


Il Consiglio Comunale

Premesso

che l’acqua è un bene essenziale ed insostituibile per la vita e, pertanto, la disponibilità e l’accesso all’acqua potabile e all’acqua necessaria per il soddisfacimento dei bisogni collettivi costituiscono un diritto inviolabile dell’uomo, un diritto universale, indivisibile, che si può annoverare fra quelli di cui all’articolo 2 della Costituzione;

che con la promulgazione della Carta Europea dell’Acqua (Strasburgo 1968) la concezione dell’acqua come “bene comune” per eccellenza si è progressivamente affermata a livello  mondiale;

Continua la lettura di MOZIONE SULLA RIPUBBLICIZZAZIONE DELL’ACQUA

Ortoparking

Sull’ortoparking ho presentato un’interrogazione al Sindaco in data 24 agosto 2010 e mi è stato risposto in data 7 settembre 2010. La risposta, preannunciatami nel Consiglio Comunale del 31 agosto 2010, consiste di due documenti: la copia del verbale di sopralluogo sottoscritto dall’ing. Luigi Bianchi, dal geom. Vinicio Ceccarelli e dal vigile urbano Claudia Giulianini, la descrizione dell’iter procedurale relativo all’opera firmato dall’ing. Luigi Bianchi.

Il Sindaco non ha aggiunto nessuna considerazione politica alle informazioni tecniche fornite dagli uffici.

Nei giorni in cui mi fu inviata la risposta del Sindaco non ho avuto l’opportunità di rendere pubblica la mia valutazione sulla risposta e lo faccio ora che l’argomento è tornato di attualità in seguito all’approvazione della delibera consiliare sulle alienazioni e in seguito agli articoli apparsi sul Tirreno di oggi 5 aprile. Continua la lettura di Ortoparking