Archivi categoria: Comune

Consiglio Comunale di Volterra sul protocollo regionale concessioni Solvay

pubblico il testo del protocollo regionale propedeutico al futuro accordo di programma sulla questione Solvay e il testo delle tre mozioni presentate all’approvazione del Consiglio.

testo Protocollo Regionale

mozione Lista Civica

mozione PD

mozione Progetto Originario e Sinistra per Volterra

 

Si può ascoltare la posizione espressa da Danilo Cucini nel Consiglio Comunale del 14 marzo 2012

Consiglio su Solvay intervento Danilo Cucini

ODG delle opposizioni sul Santa Chiara

IL CONSIGLIO COMUNALE DI VOLTERRA

 Visto l’ordine del giorno approvato da questo Consiglio in data 27 Gennaio 2011 che impegnava il Sindaco “ad operare nel contesto della Società della Salute per la valorizzazione del ruolo e delle funzioni dell’APSP Santa Chiara e affinché le Istituzioni locali si impegnino a ricercare nuove attività e servizi sociali garantiti per l’APSP Santa Chiara…”

Visto che non risulta a questo Consiglio nessun adempimento svolto dal Sindaco in tal senso e visto che la situazioni del Santa Chiara ci risulta peggiore di quella dello scorso anno

Vista la Delibera del CdA del Santa Chiara del 29 Dicembre 2011

 Esprime

una valutazione nettamente negativa del Piano proposto all’approvazione di questo Consiglio.

In particolare:

1. Non tiene conto minimamente dei bisogni sociali del territorio e delle fasce più deboli, cosa che avrebbe dovuto essere la premessa a qualsiasi proposta di sviluppo

2. Affida all’ingresso di un privato in società la risoluzione di tutti i problemi dell’azienda

3. Propone la riduzione dei costi di gestione quasi esclusivamente a carico dei lavoratori e delle lavoratrici

4. Individua lo spostamento della residenza del Santa Chiara in luoghi assolutamente inadeguati al ruolo sociale dell’azienda e quindi inaccettabili

5. Ipotizza un piano finanziario irrealistico e in contraddizione con gli strumenti urbanistici del Comune, anche alla luce delle recenti decisioni della Giunta Comunale circa lo SD 2 (Schema Direttore 2)

6. Non prevede risposte immediate ai problemi urgenti attuali né propone una realistica prospettiva di sviluppo dell’Azienda.

 Ritiene viceversa utile

la mobilitazione messa in atto dal personale del Santa Chiara e condivide le proposte avanzate dalle OOSS e in particolare quelle relative ai risparmi possibili nella gestione dell’azienda (riduzione dei costi per le nomine, accorpamenti di funzioni con il Comune di Volterra)

Chiede al Sindaco di attivare un dialogo costruttivo con gli operatori dell’azienda e con le altre Istituzioni variamente coinvolte per le attività sociali per costruire così un percorso condiviso che porti l’azienda a svilupparsi e ad essere punto di riferimento della Val di Cecina per le attività sociali che in maniera coerente e progressiva potrà svolgere.

Impegna il Sindaco a relazionare periodicamente al Consiglio.

Città Aperta, Progetto Originario e La Sinistra per Volterra

PRIVATIZZAZIONE DELLA CASA DI RIPOSO SANTA CHIARA

In dispregio della volontà popolare espressa con i referendum di giugno 2011 e anche in dispregio della razionalità e della ragionevolezza, vista la crisi capitalistica che ci sta rovinando, in molti ambienti politici vanno ancora di moda le privatizzazioni dei servizi pubblici locali. Ecco, infatti, che il consiglio d’amministrazione della RSA Santa Chiara nominato dal sindaco Buselli propone la privatizzazione della nostra Casa di Riposo.
E’, infatti, è la privatizzazione del servizio la  proposta contenuta nel documento approvato a fine anno da quel consiglio di amministrazione.

Continua la lettura di PRIVATIZZAZIONE DELLA CASA DI RIPOSO SANTA CHIARA

LA RIORGANIZZAZIONE DEL COMUNE DI VOLTERRA

Sotto le feste di Natale la giunta ha emanato l’ennesimo provvedimento di riorganizzazione del personale del Comune di Volterra. A mio parere il provvedimento per una parte è condivisibile, per la parte che taglia il vertice della piramide rinunciando alla dirigenza con un risparmio di spesa, scelta in gran parte obbligata dai tagli governativi. La parte non condivisibile, invece, riguarda il modo con cui sono stati disegnati gli otto settori, spesso più sull’esigenza di premiare le persone piuttosto che sulla rilevanza delle attività.

Continua la lettura di LA RIORGANIZZAZIONE DEL COMUNE DI VOLTERRA

I gruppi di minoranza scrivono al Prefetto

COMUNICATO STAMPA DEI GRUPPI

CITTA’ APERTA

PROGETTO ORIGINARIO

SINISTRA PER VOLTERRA

Il 19 Novembre 2011, congiuntamente, i tre gruppi di minoranza di Volterra hanno deciso di scrivere una lettera al Prefetto (che si inoltra per conoscenza) e inviano il seguente comunicato stampa a commento della gestione del Consiglio e della Conferenza dei Capigruppo che stanno nella responsabilità del Sindaco Buselli.

Continua la lettura di I gruppi di minoranza scrivono al Prefetto

Privatizzare i rifiuti ?

Non ci provate, rispettate i referendum !

il 13 giugno 27 milioni di cittadini italiani hanno votato contro la privatizzazione dell’acqua, ma anche dei rifiuti e del trasporto locale. Ma si vuole fare carta straccia della volontà popolare espressa. Nei mesi scorsi si è costituito il super ATO (Ambito territoriale ottimale) rifiuti comprendente le quattro province costiere (Livorno, Pisa, Lucca, Massa Carrara) con l’obiettivo dichiarato di affidare entro il 31.12.2011 il servizio ad un gestore pubblico-privato, dove il privato – pur con una minoranza di proprietà – decide come gestire il servizio. Lo si è già visto con ASA a livello locale, o con Telecom a livello nazionale.

Questo è l’esatto contrario di quanto hanno deciso i referendum di giugno, cioè fuori i privati dai servizi pubblici, azzerare il profitto garantito del 7% ai privati che gestiscono il servizio.

Mentre diffidiamo l’ASA a rispettare da subito la volontà popolare – e quindi a diminuire del 7% le bollette dell’acqua – diffidiamo anche i consigli comunali dal ratificare le scelte del super ATO rifiuti, come stanno tentando di fare proprio in questi giorni (a Cecina lunedi 14).

E non si tiri in ballo le pressioni della Commissione europea e della BCE per privatizzare tutto: le manovre locali del super ATO rifiuti sono partite almeno 14 mesi fa, mentre ASA è stata privatizzata ben 8 anni fa, con i pessimi risultati che tutti conoscono.

Occorre riportare invece gli impianti di smaltimento della zona sotto il controllo popolare, chiudere gli inceneritori, estendere ben più seriamente la raccolta differenziata dei rifiuti e il loro riuso, raddoppiando i risultati.

Novembre 2011

Cittadini per il rispetto dei referendum 2011

Medicina democratica

Cecina social forum

«Informare i cittadini, un obbligo non una facoltà»

 

Il Tirreno 9 novembre 2011

Blackout della comunicazione al Tirreno, interviene il vertice dell’Ordine dei giornalisti

 

 

Il black out delle informazioni istituzionali nei confronti di una o più testate giornalistiche non è nella disponibilità di nessun sindaco.

Spiace dover ricordare al sindaco di Volterra Buselli e alla sua giunta che informare i cittadini riguardo alle attività istituzionali è un obbligo e non una facoltà.

Continua la lettura di «Informare i cittadini, un obbligo non una facoltà»

Black out dell’informazione al Tirreno

pubblico questo articolo di Francesca Suggi  che dà la dimensione della misera condizione del governo della città.

Il Tirreno 8 novembre 2011

FRANCESCA SUGGI

Il sindaco non ama le critiche e si rifiuta di informare i cittadini

Il blackout di notizie comincia il 13 ottobre. Da parte del sindaco Marco Buselli. Noi, anche se con qualche fatica in piu’, siamo riusciti comunque a raccontare la città di Volterra: informare è un dovere per chi fa il nostro mestiere e dovrebbe essere un diritto per i cittadini. “Dovrebbe”, se come in questo caso, viene messo a rischio proprio da chi gestisce la cosa pubblica. Ma andiamo con ordine, per spiegare ai nostri lettori.

Continua la lettura di Black out dell’informazione al Tirreno

Variante al Regolamento urbanistico comunale: il garante regionale accoglie i miei rilievi

Rendo pubblici due documenti relativi alla variante al regolamento urbanistico recentemente approvata dal Consiglio Comunale.

– La mia lettera esposto alla Regione, alla Prefettura e alla Procura circa i dubbi di legittimità di quella deliberazione.

– La risposta della Regione Toscana –  garante regionale della comunicazione nel governo del territorio –   che accoglie i miei rilievi.

 

questa è la mia lettera – esposto:

Continua la lettura di Variante al Regolamento urbanistico comunale: il garante regionale accoglie i miei rilievi

Marco Costanzi fiduciario del Sindaco

Marco Buselli ha delegato il noto militante neo-fascista Marco Costanzi come suo fiduciario nell’assemblea dell’ATO 5. Ha dato la notizia in chiusura di seduta del consiglio comunale e si è sbrigato molto in fretta, forse perchè un pò di vergogna deve averla provata.

Ma la notizia non è passata inosservata in città e ora il sindaco alza la voce per dire:<< Anche in questo caso la trasversalità a cui si ispira il progetto civico è stata da me rispettata come cardine dell’agire politico>>.

Continua la lettura di Marco Costanzi fiduciario del Sindaco