Archivi categoria: 20 dicembre 2010

Consiglio aperto sulla scuola

CONSIGLIO COMUNALE APERTO SULLA SCUOLA: L’ISOLAMENTO DI VOLTERRA

Lunedì 21 dicembre si è svolto il Consiglio Comunale aperto sulla scuola, richiesto dalla minoranza, ed è subito saltata agli occhi l’assenza della metà dei consiglieri di maggioranza, evidentemente turbati e dalle ricadute dei provvedimenti del Governo Berlusconi sul sistema scolastico del nostro territorio.

Il Sindaco si è prodigato nel citare lo slogan del Polo scolastico: Volterra l’isola che c’è, per poi scoprire subito dopo che questa nostra isola, dai valori peculiari e specificità da salvaguardare e difendere, diventa con questa Giunta l’equivalente di isolamento e lontananza dal resto del mondo. Continua la lettura di CONSIGLIO COMUNALE APERTO SULLA SCUOLA: L’ISOLAMENTO DI VOLTERRA

CONSIGLIO APERTO SULLA SCUOLA IL SINDACO IN MINORANZA

La seduta del Consiglio Comunale aperto sulla scuola si è svolta con l’assenza di cinque consiglieri su tredici della Lista Civica. Durante la discussione io e Rosa dello Sbarba abbiamo proposto di votare un documento politico, ma il Sindaco e la lista civica hanno cercato di evitarlo perchè temevano di andare in minoranza, considerata la posizione di Bernardini e Guarneri. Abbiamo fatto le tre di notte e alla fine si è votato e il nostro documento ha preso la maggioranza dei voti. Il Sindaco ha messo in votazione anche un suo ordine del giorno depurato di ogni riferimento politico generale, incentrato solo sulla specificità di Volterra e del suo territorio. E’ stato approvato anche quello, con la mia astensione.

—————————————

ODG APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE APERTO SULLA SCUOLA DEL 20 DICEMBRE 2010

dal 2009 al 2011 secondo la legge 133/2008 lo Stato deve realizzare un taglio di 7, 832 mld e di circa 132.000 posti negli organici del personale della scuola: 87.400 insegnanti e 44.500 personale ATA (Assistenti Amministrativi, Tecnici e Collaboratori Scolastici) in meno.

Le cifre parlano da sole. Il taglio di 8 miliardi di euro in tre anni ha impoverito la scuola italiana di risorse, di cultura, di qualità pedagogica, ha provocato il più grande licenziamento di massa nella storia del Paese, ha reso difficile la gestione quotidiana del sistema. Gli effetti concreti sono: meno classi, più alunni per classe, meno insegnanti, meno tempo pieno, meno qualità didattica. Continua la lettura di CONSIGLIO APERTO SULLA SCUOLA IL SINDACO IN MINORANZA