Archivi del mese: dicembre 2010

SOLVAY – il TAR dà ragione al WWF

N. 06867/2010 REG.SEN.
N. 00160/2009 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Toscana
(Sezione Seconda)
ha pronunciato la presente
SENTENZA
sul ricorso con motivi aggiunti numero di registro generale 160 del 2009, proposto dalla
Associazione Italiana per il World Wide Fund For Nature O.N.L.U.S., in persona del legale rappresentante pro tempore, dr. Stefano Leoni, rappresentata e difesa dall’avv. Claudio Tamburini e con domicilio eletto presso lo studio dello stesso, in Firenze, via Maragliano n. 100
contro
Regione Toscana in persona del Presidente pro tempore, rappresentata e difesa dagli avv.ti Lucia Bora e Fabio Ciari e con domicilio eletto presso gli Uffici dell’Avvocatura Regionale, in Firenze, p.zza dell’Unità Italiana n. 1
nei confronti di
Solvay Chimica Italia S.p.A., in persona del legale rappresentante pro tempore, dr. Raffaele Calabrese De Feo, rappresentata e difesa dall’avv. Stefano Grassi e con domicilio eletto presso lo studio dello stesso, in Firenze, c.so Italia n. 2
ATISALE S.p.A., in persona del Presidente pro tempore, sig. Valerio Francesco, rappresentata e difesa dagli avv.ti Cristina Maltese e Simona Censi e con domicilio eletto presso la Segreteria del T.A.R. in Firenze, via Ricasoli n. 40
1) quanto al ricorso originario:
per l’annullamento
– della deliberazione della Giunta Regionale della Toscana 10 novembre 2008 n. 926, contenente modifiche alle prescrizioni di cui ai punti 1.7, 1.8, 1.9 e 1.10 del verbale allegato alla deliberazione della Giunta Regionale n. 4/2004, pubblicata nel B.U.R.T. n. 48 del 19 novembre 2008;
– della Conferenza di servizi esterna del 27 febbraio 2008, incognita;
– del verbale della Conferenza di servizi interna del 14 ottobre 2008 e della Conferenza di servizi esterna del 31 ottobre 2008, quali parti integranti e sostanziali della deliberazione impugnata;
– di ogni ulteriore atto presupposto, connesso e consequenziale. Continua la lettura di SOLVAY – il TAR dà ragione al WWF

Protocollo sulla salute Comune-Regione

E’ normale che i cittadini di Volterra non debbano essere informati dal loro Sindaco dell’esistenza di un protocollo d’intesa sulle politiche sanitarie in fase di sottoscrizione tra Comune di Volterra e Regione Toscana?

E’ normale che il Sindaco ammetta, con tranquillità l’esistenza di questa sua attività solo ora, dopo che l’hanno scoperta e rivelata i sindacati, i gruppi consiliari di opposizione e i giornali?

Il Sindaco accusa le opposizioni di creare allarme sulla base di dati non verificati. Il problema che le opposizioni dovrebbero verificare le informazioni presso il loro Sindaco, dal quale dovrebbero ricevere la massima la garanzia della correttezza istituzionale. Continua la lettura di Protocollo sulla salute Comune-Regione

SANTA CHIARA esiste il progetto negato dal Sindaco e dal Presidente

Il Sindaco in tutte le occasioni ha sempre negato l’esistenza di un progetto di ristrutturazione della RSA del Santa Chiara, mentre risulterebbe depositato negli uffici della Regione un documento, in attesa di essere sottoscritto, con il titolo “Protocollo d’intesa politiche della salute zona Alta val di Cecina per il consolidamento e lo sviluppo dei servizi sanitari e ospedalieri della zona e del presidio ospedaliero di Volterra” dove si parla anche del Santa Chiara.

Si tratta di un documento non ancora firmato, ma che rispecchia le idee degli amministratori di Volterra e della Val di Cecina, se da Volterra è stato portato all’esame della Regione e se l’ex consigliere del Santa Chiara Fidanzi lo cita nel verbale del Consiglio di Amministrazione del 29 ottobre 2010. Continua la lettura di SANTA CHIARA esiste il progetto negato dal Sindaco e dal Presidente

CONSIGLIO COMUNALE APERTO SULLA SCUOLA: L’ISOLAMENTO DI VOLTERRA

Lunedì 21 dicembre si è svolto il Consiglio Comunale aperto sulla scuola, richiesto dalla minoranza, ed è subito saltata agli occhi l’assenza della metà dei consiglieri di maggioranza, evidentemente turbati e dalle ricadute dei provvedimenti del Governo Berlusconi sul sistema scolastico del nostro territorio.

Il Sindaco si è prodigato nel citare lo slogan del Polo scolastico: Volterra l’isola che c’è, per poi scoprire subito dopo che questa nostra isola, dai valori peculiari e specificità da salvaguardare e difendere, diventa con questa Giunta l’equivalente di isolamento e lontananza dal resto del mondo. Continua la lettura di CONSIGLIO COMUNALE APERTO SULLA SCUOLA: L’ISOLAMENTO DI VOLTERRA

CONSIGLIO APERTO SULLA SCUOLA IL SINDACO IN MINORANZA

La seduta del Consiglio Comunale aperto sulla scuola si è svolta con l’assenza di cinque consiglieri su tredici della Lista Civica. Durante la discussione io e Rosa dello Sbarba abbiamo proposto di votare un documento politico, ma il Sindaco e la lista civica hanno cercato di evitarlo perchè temevano di andare in minoranza, considerata la posizione di Bernardini e Guarneri. Abbiamo fatto le tre di notte e alla fine si è votato e il nostro documento ha preso la maggioranza dei voti. Il Sindaco ha messo in votazione anche un suo ordine del giorno depurato di ogni riferimento politico generale, incentrato solo sulla specificità di Volterra e del suo territorio. E’ stato approvato anche quello, con la mia astensione.

—————————————

ODG APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE APERTO SULLA SCUOLA DEL 20 DICEMBRE 2010

dal 2009 al 2011 secondo la legge 133/2008 lo Stato deve realizzare un taglio di 7, 832 mld e di circa 132.000 posti negli organici del personale della scuola: 87.400 insegnanti e 44.500 personale ATA (Assistenti Amministrativi, Tecnici e Collaboratori Scolastici) in meno.

Le cifre parlano da sole. Il taglio di 8 miliardi di euro in tre anni ha impoverito la scuola italiana di risorse, di cultura, di qualità pedagogica, ha provocato il più grande licenziamento di massa nella storia del Paese, ha reso difficile la gestione quotidiana del sistema. Gli effetti concreti sono: meno classi, più alunni per classe, meno insegnanti, meno tempo pieno, meno qualità didattica. Continua la lettura di CONSIGLIO APERTO SULLA SCUOLA IL SINDACO IN MINORANZA

Breve resoconto del Consiglio Comunale del 16 dicembre 2010

Il Sindaco nelle comunicazioni ci ha dato una serie di notizie che già avevamo letto sul giornale, fra cui la nomina di Elisa Tonelli assessore al bilancio e all’attuazione del programma. Dopo ha presentato Renato Bacci come nuovo Presidente del Santa Chiara e l’ha invitato a parlare per un saluto ai consiglieri. Forse non si erano messi bene d’accordo, perchè Renato Bacci ha iniziato un discorso che sembrava una vera e propria relazione politica sulla situazione del Santa Chiara. Rosa Dello Sbarba ha fatto subito rilevare che l’argomento Santa Chiara non poteva essere svolto in questa seduta del Consiglio non essendo all’ordine del giorno. Il Sindaco si è molto irritato e ha preteso che si votasse per decidere di far parlare il Bacci . Naturalmente la Lista Civica e la Bassini hanno votato a favore, mentre io e il gruppo Città Aperta non abbiamo accettato di votare. Si è creato un momento di incertezza, ma il Bacci ha risolto la situazione dichiarando che non gli sembrava il clima adatto per svolgere la sua relazione, ci ha fatto gli auguri di Natale ed è uscito dalla sala. Continua la lettura di Breve resoconto del Consiglio Comunale del 16 dicembre 2010

L’ISOLA DI VOLTERRA

Ecco come la Lista Civica si appresta a parlare di scuola nel consiglio comunale aperto del 20 dicembre prossimo.

“La scuola a Volterra e nel territorio: UN’ISOLA CHE C’E’, DA DIFENDERE E DA PROMUOVERE”.

Questo è il titolo inventato dal Sindaco, non certamente dalla Conferenza dei Capigruppo, per descrivere come meglio non sarebbe possibile la sua idea politica campanilista. Dov’è l’isola di Volterra di fronte alla sofferenza e alla rivolta di tutta l’Italia contro le scelte politiche di un governo di destra per lo smantellamento della scuola pubblica?.

ASSEMBLEA DI PROGETTO ORIGINARIO

Ho assistito all’assemblea di Progetto Originario ieri sera al cinema Centrale. I protagonisti della serata Bernardini, Guarneri, Cocucci hanno raccontato anche nei particolari la loro difficile convivenza in giunta con il Sindaco, Orsi e Moschi. Hanno criticato il metodo di lavoro del Sindaco, l’allontanamento degli assessori e della segretaria, alcune scelte politiche non condivise. Hanno dichiarato di essersi dimessi come assessori e di voler rimanere in consiglio come semplici consiglieri per svolgere il ruolo di controllo proprio dei consiglieri comunali. Sonia Guarneri ha concluso dichiarando di considerare fallita l’esperienza di governo della città della lista civica.

Come logica conseguenza di queste dichiarazioni di distanza dall’operato del Sindaco e dopo che, di fatto, si è aperta la crisi politica al Comune di Volterra con la dimissione in blocco dagli incarichi esecutivi di tutti gli appartenenti a Progetto Originario, mi sarei aspettato la separazione dei consiglieri di Progetto Originario dal gruppo consiliare della Lista Civica e il loro passaggio all’opposizione. Così non è stato, almeno per ora.

Non so proprio come debba essere valutata questa situazione. Anche l’antico democristiano Saro Palazzolo, che sembra essere molto partecipe della politica della Lista Civica e del Comune, ha detto che così non si può continuare e se non si ricuce lo strappo si va tutti a casa, come succederà al governo nazionale. Il Sindaco era presente e non si è espresso, ma, spero, avrà sentito.

Proposta di variante al Regolamento Urbanistico

Le proposte contenute nella direttiva dovevano essere approvate nel prossimo consiglio comunale, ma dopo una prima discussione nella commissione consiliare assetto del territorio è stato deciso di toglierle dall’odg.


direttiva di giunta 15 giugno 2010 – proposta  di  variante non sostanziale alle norme tecniche del regolamento urbanistico

proposta di variante per i livelli interrati