Archivi del mese: ottobre 2011

Variante al Regolamento urbanistico comunale: il garante regionale accoglie i miei rilievi

Rendo pubblici due documenti relativi alla variante al regolamento urbanistico recentemente approvata dal Consiglio Comunale.

– La mia lettera esposto alla Regione, alla Prefettura e alla Procura circa i dubbi di legittimità di quella deliberazione.

– La risposta della Regione Toscana –  garante regionale della comunicazione nel governo del territorio –   che accoglie i miei rilievi.

 

questa è la mia lettera – esposto:

Continua la lettura di Variante al Regolamento urbanistico comunale: il garante regionale accoglie i miei rilievi

IL 15 OTTOBRE A ROMA

 

IL 15 OTTOBRE SARÀ UNA GIORNATA EUROPEA E INTERNAZIONALE DI MOBILITAZIONE

gli esseri umani prima dei profitti, non siamo merce nelle mani di politici e banchieri, chi pretende di governarci non ci rappresenta, l’alternativa c’è ed è nelle nostre mani, democrazia reale ora!”

Commissione Europea, governi europei, Banca Centrale Europea, Fondo Monetario Internazionale, multinazionali e poteri forti ci presentano come dogmi intoccabili il pagamento del debito, il pareggio del bilancio pubblico, gli interessi dei mercati finanziari, le privatizzazioni, i tagli alla spesa, la precarizzazione del lavoro e della vita.

Sono ricette inique e sbagliate, utili a difendere rendite e privilegi, e renderci tutti più schiavi.

Continua la lettura di IL 15 OTTOBRE A ROMA

LA CRISI DEGLI ASINI

LA CRISI DEGLI ASINI – piccolo manuale di economia scritto da un insegnante di lingua francese.


Un uomo colla cravata si presento in un piccolo paese.

Si isso su una panchina e grido a tutta la popolazione che comprerebbe in contanti 100 euro l’uno

ogni asino che ci si presenterebbe. I contadini lo trovarono un po strano ma il prezzo era molto

interessante e quelli che facevano affare se ne tornavano a casa il borsello pieno e la faccia gioiosa.

Continua la lettura di LA CRISI DEGLI ASINI

Marco Costanzi fiduciario del Sindaco

Marco Buselli ha delegato il noto militante neo-fascista Marco Costanzi come suo fiduciario nell’assemblea dell’ATO 5. Ha dato la notizia in chiusura di seduta del consiglio comunale e si è sbrigato molto in fretta, forse perchè un pò di vergogna deve averla provata.

Ma la notizia non è passata inosservata in città e ora il sindaco alza la voce per dire:<< Anche in questo caso la trasversalità a cui si ispira il progetto civico è stata da me rispettata come cardine dell’agire politico>>.

Continua la lettura di Marco Costanzi fiduciario del Sindaco

Angelo Lippi – relazione su “manicomio e dintorni…..”

“Manicomio e dintorni: il ruolo della città nel riassetto sociale e culturale dopo il 1980″

17 settembre 2011- Volterra – inaugurazione/mostra fotografica/dibattito – Ostello della Gioventù- Chiosco delle Monache –

In clima di polemica, qualche riflessione. Appunti di Angelo Lippi

La memoria colorata e i numeri che la alimentano

Si continuano a declamare responsabilità politiche di amministratori, evidentemente cattivi anche di animo, oltreché come amministratori, per avere praticato logiche assistenziali non più basate sulla reclusione nei manicomi. E si favoleggia che, resistendo, avremmo potuto salvare un numero di posti di lavoro (1200), numero che non figura nei documenti pubblicati. E siccome nessuno è disposto a cambiare la propria idea, si può provare a mettere qualche punto fermo sul manicomio. Però, per onestà intellettuale, domandiamoci: come mai si sono voluti chiudere i manicomi in tutta Italia? E come mai a Volterra si cominciò a ridurre il numero dei ricoverati almeno 8 anni prima della legge Basaglia? E perché si dice (oggi) che nel manicomio si stava bene? (lo dicono tutti di tutti i manicomi!). E perché si considera il manicomio ben organizzato, ma si pensa che sarebbe adatto agli altri e non ai nostri figli o genitori?

Continua la lettura di Angelo Lippi – relazione su “manicomio e dintorni…..”