Archivi tag: SantaChiara

Protocollo sulla salute Comune-Regione

E’ normale che i cittadini di Volterra non debbano essere informati dal loro Sindaco dell’esistenza di un protocollo d’intesa sulle politiche sanitarie in fase di sottoscrizione tra Comune di Volterra e Regione Toscana?

E’ normale che il Sindaco ammetta, con tranquillità l’esistenza di questa sua attività solo ora, dopo che l’hanno scoperta e rivelata i sindacati, i gruppi consiliari di opposizione e i giornali?

Il Sindaco accusa le opposizioni di creare allarme sulla base di dati non verificati. Il problema che le opposizioni dovrebbero verificare le informazioni presso il loro Sindaco, dal quale dovrebbero ricevere la massima la garanzia della correttezza istituzionale. Continua la lettura di Protocollo sulla salute Comune-Regione

SANTA CHIARA esiste il progetto negato dal Sindaco e dal Presidente

Il Sindaco in tutte le occasioni ha sempre negato l’esistenza di un progetto di ristrutturazione della RSA del Santa Chiara, mentre risulterebbe depositato negli uffici della Regione un documento, in attesa di essere sottoscritto, con il titolo “Protocollo d’intesa politiche della salute zona Alta val di Cecina per il consolidamento e lo sviluppo dei servizi sanitari e ospedalieri della zona e del presidio ospedaliero di Volterra” dove si parla anche del Santa Chiara.

Si tratta di un documento non ancora firmato, ma che rispecchia le idee degli amministratori di Volterra e della Val di Cecina, se da Volterra è stato portato all’esame della Regione e se l’ex consigliere del Santa Chiara Fidanzi lo cita nel verbale del Consiglio di Amministrazione del 29 ottobre 2010. Continua la lettura di SANTA CHIARA esiste il progetto negato dal Sindaco e dal Presidente

Riassunto breve del Consiglio Comunale del 5 novembre 2010

Questo consiglio era stato richiesto dalle minoranze, costrette per la seconda volta in due mesi a questa procedura straordinaria perchè il sindaco e la maggioranza, bloccati dai loro traumi interni, non hanno dato segni di vita da diversi mesi a questa parte. Naturalmente il sindaco nell’introduzione non ha neppure accennato alla forma della convocazione, anzi, ha ostentato una situazione di normalità, mentre è chiaro che in questo periodo nell’Amministrazione Comunale di Volterra non c’è niente di normale.

Primo punto: è stata rettificata la deliberazione presa nel precedente consiglio dove riportava che il Consiglio aveva respinto l’ordine del giono sulle dimissioni del cda di Santa Chiara, mentre l’odg sulle dimissioni non era stato nè accolto nè respinto essendosi conclusa la votazione in parità.

Nelle comunicazioni, sull’intervista del Tirreno all’Orsi, il sindaco ha detto solo di essersi rivolto al suo avvocato per verificare se non ci siano gli estremi di una denuncia. Cioè siamo ancora di fronte al rifiuto del sindaco e della maggioranza di prendersi la minima responsabilità per quello che è successo.

Terzo punto: il Progetto Originario. Io ho introdotto la discussione chiedendo che venisse spiegato al Consiglio il significato delle divisioni interne alla Lista Civica e la nascita del gruppo politico Progetto Originario. Ho chiesto anche al sindaco e agli assessori di dichiarare se le cose dette da Orsi nell’intervista al Tirreno sono vere o no. Nessuno ha voluto rispondere sulla questione Orsi e Fabio Bernardini e Sonia Guarneri hanno detto che non c’e niente da raccontare al Consiglio del loro dibattito interno perchè non è stato costituito nessun nuovo gruppo politico, ma siamo in presenza solo di un dibattito interno alla Lista Civica che non ha prodotto conseguenze pratiche sull’amministrazione comunale. Rosa dello Sbarba ha chiesto quale motivazione avesse, allora, il congelamento della giunta, ma il Sindaco su questo non ha dato nessuna informazione.

Quarto punto: su Santa Chiara la Sinistra per Volterra e Città Aperta hanno presentato un odg in cui si contesta  l’azione unilaterale e il mancato rispetto delle minime regole democratiche da parte del sindaco che ha proceduto alle sostituzioni dei consiglieri dimissionari mentre era ancora in corso il dibattito in Consiglio nel merito delle dimissioni del cda stesso. Nell’odg abbiamo accomunato al Sindaco, in questo stesso comportamento irrispettoso del ruolo del Consiglio Comunale, anche i consiglieri che hanno accettato le nomine. Abbiamo anche sostenuto la incompatibilità politica e morale dei due consiglieri che fanno parte contemporaneamente del cda del Santa Chiara e delle fondazioni bancarie della Volterra e della San Miniato.

Sul metodo usato dal sindaco hanno dichiarato il loro disaccordo anche Fabio Bernardini e Luigi Cocucci. Entrambi hanno dichiarato anche di non poter confermare la  votazione negativa sull’intero cda espressa nel precedente Consiglio perchè avevano concertato con il sindaco il nome di Renato Bacci per la presidenza del Santa Chiara.

Quindi la maggioranza si è ricomposta sul nome del Bacci e mi piacerebbe sapere come fa il Bacci a dire che “…come presidente di questa istituzione non mi sento di ricoprire alcun incarico politico ma solo amministrativo”. E’ evidente che il suo è un incarico politico ed è evidente che noi siamo per la fine dell’esperienza Buselli, lui no.

RIFONDAZIONE SU BACCI PRESIDENTE DI SANTA CHIARA

Comunicato PRC Volterra

In merito alla recente elezione del Prof. Renato Bacci a Presidente dell’Azienda Pubblica di Servizi alla Persona Santa Chiara, riteniamo necessario comunicare tempestivamente alla cittadinanza che tale nomina non è frutto di accordi politici tra di noi e l’Amministrazione Comunale  guidata dalla Lista Civica Uniti per Volterra. Questo per fugare qualsiasi dubbio potesse sorgere su un nostro legame con questa vicenda,  visto che Renato Bacci ha ricoperto in passato incarichi direttivi ed amministrativi di primo piano per il nostro partito. Al contrario si tratta di una iniziativa totalmente personale del Prof. Renato Bacci, che noi consideriamo tra l’altro sbagliata e dannosa nei tempi, nei modi e nella sostanza politica.

La questione della sostituzione del Presidente dimissionario Orsi infatti è ancora sottoposta in Consiglio Comunale ad un nostro ordine del giorno che richiede l’azzeramento del cda del Santa Chiara e la nomina dei nuovi membri con modalità più democratiche e trasparenti di quelle adottate dal Sindaco Buselli.

Il ruolo di Presidente del Santa Chiara ci sembra chiaramente incompatibile con la carica di membro dell’Organo di Indirizzo della Fondazione  Cassa di Risparmio di Volterra, attualmente ricoperta  da Renato Bacci, per la quale infatti lo stesso Bacci aveva dovuto abbandonare la carica di Consigliere Comunale di Rifondazione Comunista nel 2001.

Ci sembra profondamente sbagliato soccorrere politicamente questa Lista Civica che tanti danni sia morali sia materiali sta causando alla nostra città, proprio ora che sta palesando i suoi gravi limiti politici e di governo che la espongono al crescente malcontento della cittadinanza, come si è visto proprio nella questione della gestione del Santa Chiara,  dandole inoltre una virtuale quanto illusoria “copertura politica a sinistra” magari nel tentativo di recuperare consensi in seno a “Progetto Originario”.

Restiamo in attesa degli sviluppi della vicenda per formulare nostri ulteriori giudizi.

Rifondazione Comunista – Volterra

DELIBERAZIONE CONSILIARE N. 58

Pubblico il testo di questa delibera del Consiglio Comunale per i seguenti motivi:

Primo perchè così tutti possono leggere nel testo della deliberazione quel “RESPINTO A MAGGIORANZA” che non è vero, visto che il risultato della votazione è stato di 10 a 10.  “In caso di parità di voti la proposta non è approvata né respinta e può essere ripresentata alla seduta successiva” è il testo dell’art. 32 del regolamento delle sedute del consiglio. I gruppi consiliari Città Aperta e La Sinistra per Volterra hanno richiesto una nuova convocazione straordinaria del consiglio.

Secondo perchè tutti possono verificare che il Sindaco ha messo in votazione un emendamento al testo dell’ordine del giorno presentato da Rosa Dello Sbarba e, dopo aver contato i voti favorevoli, ha interrotto la votazione senza motivo, ha preteso la ripetizione della votazione, questa volta aggiungendo anche il suo voto ai favorevoli. Nella delibera si parla di “inconveniente tecnico” non meglio spiegato, ma l’unico inconveniente poteva essere l’imbarazzo del Sindaco di fronte ai voti favorevoli espressi dai consiglieri della Lista Civica.

Terzo perchè vorrei invitare tutti a leggere le due righe, che ho messo in rosso, in cui il consigliere Roberto Costa chiede di verbalizzare che per tutta la durata dell’intervento del consigliere Cucini abbandona l’aula in quanto non vuole ascoltarlo. Ecco, devo dire che, non essendomi accorto che il consigliere Roberto Costa avesse preso la parola in Consiglio per fare questa dichiarazione, sono rimasto sorpreso leggendo la sua dichiarazione riportata nella delibera. Sono dispiaciuto di aver urtato la sua sensibilità, evidentemente solo con la mia presenza, visto che non ha voluto ascoltare le mie parole. Sarebbe interessante scoprire se esistono verbalizzazioni simili negli annali dei consigli comunali, magari solo per prendere nota di un primato raggiunto nel consiglio comunale del primo ottobre 2010.

Danilo Cucini

Comune di Volterra

Provincia di Pisa

____________

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

N° 58 del 01/10/2010

OGGETTO:

Azienda di Santa Chiara: stato attuale in seguito alla crisi della direzione politica.

L’anno duemiladieci, addì primo del mese di ottobre, alle ore 16,00, nel civico Palazzo dei Priori, si è riunito il Consiglio Comunale in sessione straordinaria, in adunanza pubblica di 1° convocazione, previa trasmissione degli inviti con l’elenco degli oggetti da trattarsi nell’odierna seduta.

Presiede l’adunanza il Sig. Marco Buselli – Sindaco, il quale accerta la presenza del numero legale per deliberare, rilevando che dei Consiglieri Signori:

BERNARDINI Fabio TONELLI Elisa
MOSCHI Paolo FARDELLINI Antonio
FEDELI Riccardo TRINCIARELLI Vera
LEONETTI Riccardo DELLO SBARBA Rosa
COSTA Roberto BETTINI Davide
GUARNERI Sonia DEI Pier Luigi
COCUCCI Luigi Antonio ISOLANI Giulio
LONZI Simone MORETTI Francesca
RIGHI Maurizio BASSINI Antonella
CARUSO Nicola CUCINI Danilo

risultano assenti soltanto i signori: Dei;

sono presenti anche gli assessori esterni: Gazzarri;

Quindi, con l’assistenza del Segretario Generale Dott. Domenico Fimmanò, si passa alla trattazione del seguente affare:

In apertura di seduta il Segretario Generale illustra i casi nei quali la seduta consiliare, laddove riguardi persone fisiche debba essere tenuta in modo segreto;

Visto il punto n.1 all’ordine del giorno ad oggetto: “Azienda di Santa Chiara: stato attuale in seguito alla crisi della direzione politica.”, presentato dal gruppo consiliare Rosa Dello Sbarba – Città Aperta, il Sindaco dà la parola allo stesso gruppo per la sua presentazione;

Il consigliere Bettini dà lettura di una nota sull’argomento trasmessa dal consigliere Dei oggi assente;

Dopodiche iniziano gli interventi come da registrazione agli atti dell’ufficio segreteria;

Il consigliere Costa chiede di verbalizzare che per tutta la durata dell’intervento del consigliere Cucini abbandona l’aula in quanto non vuole ascoltarlo;

Conclusa la discussione la consigliera Dello Sbarba legge il documento da lei presentato allegato sotto la lettera “A”;

Il Sindaco risponde al Consiglio;

Il consigliere Bernardini chiede che il documento presentato dal gruppo “Rosa Dello Sbarba – Città Aperta” venga emendato;

La seduta è sospesa per circa 20 minuti per dar modo al gruppo “Uniti per Volterra – Lista Civica” di valutare l’emendamento;

Il consigliere Guarneri propone di emendare il documento nel seguente modo: la frase “invita il Sindaco a procedere alla revoca del mandato dell’intero Consiglio” è sostituita dalla frase “invita il Sindaco a accettare le dimissioni degli attuali membri del C.d.A. per procedere quindi a nuova nomina attraverso apposito bando pubblico”;

Il Sindaco mette in votazione l’emendamento così come letto dal Consigliere Guarneri;

Il Sindaco chiede chi è favorevole ad inserire questo emendamento;

Alzano la mano dieci consiglieri (Bernardini, Guarneri, Cocucci, Tonelli, Trinciarelli, Dello Sbarba, Bettini, Isolani, Moretti, Cucini);

Il Sindaco non completa la votazione e, prima di chiedere l’espressione del voto contrario o dell’eventuale astensione chiede di ripetere la votazione per un inconveniente tecnico;

Si ripete la votazione:

Il Sindaco chiede chi è favorevole ad inserire questo emendamento;

Alzano la mano il Sindaco e dieci consiglieri (Bernardini, Guarneri, Cocucci, Tonelli, Trinciarelli, Dello Sbarba, Bettini, Isolani, Moretti, Cucini);

Il Sindaco chiede chi è contrario;

Alzano la mano nove consiglieri (Moschi, Fedeli, Leonetti, Costa, Lonzi, Righi, Caruso, Fardellini, Bassini);

Nessuno si astiene;

IL CONSIGLIO COMUNALE

Con voti favorevoli 11, contrari 9, nessun astenuto, espressi nei modi di Legge da n°20 consiglieri presenti e votanti;

D E L I B E R A

  1. Di approvare l’emendamento posto in votazione.

La seduta viene sospesa per una valutazione complessiva del testo emendato;

Il Sindaco mette a votazione il nuovo testo così come emendato e allegato sotto la lettera “B”;

Chiede pertanto chi vota a favore del testo emendato;

Alzano la mano dieci consiglieri (Bernardini, Guarneri, Cocucci, Tonelli, Trinciarelli, Dello Sbarba, Bettini, Isolani, Moretti, Cucini);

Il Sindaco chiede chi è contrario;

Alzano la mano il Sindaco e nove consiglieri (Moschi, Fedeli, Leonetti, Costa, Lonzi, Righi, Caruso, Fardellini, Bassini);

Nessuno si astiene;

IL CONSIGLIO COMUNALE

Con voti favorevoli 10, contrari 10, nessun astenuto, espressi nei modi di Legge da n°20 consiglieri presenti e votanti;

D E L I B E R A

  1. Di respingere l’Ordine del Giorno posto in votazione.

ALL. “B”

Il Consiglio Comunale di Volterra,

preso atto

delle dimissioni e della conseguente revoca del Presidente dell’Azienda di Santa Chiara da Consigliere del CdA della stessa Azienda,

preso atto altresì

delle modalità di nomina dell’intero Consiglio, almeno per la parte di competenza diretta del Sindaco, che si sono rivelate del tutto inadeguate a una efficiente e chiara selezione degli amministratori,

ritiene

che sia necessario riportare alla piena normalità il funzionamento della direzione politica dell’Ente e che per questo è preliminare che si formulino criteri nuovi, chiari e condivisi in base ai quali selezionare amministratori palesemente in grado di assolvere il ruolo cui saranno chiamati.

Per rendere possibile il superamento dell’attuale fase critica;

Invita il Sindaco

Ad accettare le dimissioni degli attuali membri del C.d.A. per procedere quindi a nuove nomine attraverso apposito bando pubblico. Solo a quel punto sarà possibile realizzare un nuovo gruppo autorevole e competente che si assuma il grave compito della direzione e del rilancio del Santa Chiara.

Il Consiglio Comunale

ritiene infine

che ogni soluzione rabberciata che non riparta dalla ridefinizione condivisa dei criteri di nomina sia destinata ad aggravare e complicare una situazione, per riconoscimento unanime, molto difficile e delicata.

RESPINTO A MAGGIORANZA

IL PRESIDENTE

IL SEGRETARIO GENERALE
f.to Marco Buselli f.to Domenico Fimmanò

__________________________________________________________________

COPIA CONFORME ALL’ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO

IL SEGRETARIO GENERALE

f.to Domenico Fimmanò

Volterra, lì 05/10/2010

__________________________________________________________________

Si attesta che la presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio il 05/10/2010 ed ivi rimarrà sino al 20/10/2010

Volterra, 05/10/2010

IL SEGRETARIO GENERALE

f.to Domenico Fimmanò

__________________________________________________________________

Comune di Volterra

Provincia di Pisa

____________

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

N° 58 del 01/10/2010

OGGETTO:

Azienda di Santa Chiara: stato attuale in seguito alla crisi della direzione politica.