Processo di trasformazione della Comunità Montana Alta Val di Cecina in Unione di Comuni.

Il consiglio è stato convocato su richiesta delle minoranze esclusa la Bassini. Su questo argomento ha introdotto Rosa Dello Sbarba a nome delle minoranze illustrando un documento di adesione al processo di costruzione dell’unione speciale. La Lista Civica ha presentato un suo documento di significato opposto che ha ricevuto, naturalmente, anche il voto della Bassini. La sede a Pomarance è la ragione di fondo per cui il comune di Volterra non aderisce all’Unione, rimanendo completamente isolato dagli altri comuni. Il sindaco ha concluso dicendo:”questa volta Volterra starà a guardare e non farà la prima della classe come ha fatto chiudendo il manicomio e perdendo 1200 posti di lavoro”.


Mozione in merito alla «Realizzazione da parte dell’Azienda USL 5 di Pisa di una elisuperficie a servizio del Presidio Ospedaliero di Volterra nei pressi della ex stazione ferroviaria in Borgo San Lazzero» Presentata dal gruppo consiliare «Rosa Dello Sbarba – Città Aperta».

Su questo argomento è stato approvato all’unanimità un documento che impegna la giunta comunale a presentare una relazione scritta al prossimo consiglio.

 

Mozione in merito alla “Situazione del Piano Attuativo ATPA 10 denominato Poggio alle Croci”. Presentata dal gruppo consiliare «Rosa Dello Sbarba – Città Aperta».

La richiesta del PD alla giunta di affrettare le procedure per l’approvazione del progetto è stata votata solo dai consiglieri del PD. Il Sindaco ha detto che sono ancora in corso trattative tra comune e proprietario su una serie di opere richieste dal comune prima di approvare il progetto. Bernardini ha espresso il dubbio che il sindaco non sarà in grado di ottenere cambiamenti significativi al progetto (accessibilità dell’area). Io ho confermato la mia contrarietà al progetto che regala undici ettari di terreno fabbricabile di proprietà pubblica alla speculazione edilizia per costruire un villaggio turistico. Struttura che tutti i volterrani sarebbero pronti a detestare se costruita a Cecina, a San Vincenzo o a Bibbona.


Regolarizzazione situazione pregressa e contestuale permuta di terreni tra Comune di Volterra-Nencini e altri.

Con questa permuta la famiglia Nencini diventa proprietaria del terreno intorno alla sua casa e il comune diventa proprietario del parcheggino dei lavatoi di San Felice e di un terreno di maggiori dimensioni a monte della COOP. In questo terreno il Sindaco ha dichiarato di voler costruire le nuove case popolari. Io ho dichiarato di approvare la permuta, ma di non essere in grado di approvare anche l’impegno a costruire nuove case in quella zona, perchè si tratta di una decisione da prendere in fase di modifica al regolamento urbanistico. Per quanto riguarda specificamente la costruzione di nuove case popolari, ho dichiarato di non essere d’accordo perchè il comune dovrebbe smettere di ghettizzare in luoghi a loro riservati le famiglie bisognose e dovrebbe sistemare queste famiglie nelle case sfitte del centro storico, magari acquistandole e ristrutturandole, al posto di costruire case nuove. E’ sembrato a tutti che avessi bestemmiato, in particolare il Fedeli, il Lonzi e il Caruso mi sono saltati addosso. Forse non avevano capito il senso delle mie parole.

breve resoconto del Consiglio Comunale di mercoledì 31 agosto 2011
Tag:         

2 pensieri su “breve resoconto del Consiglio Comunale di mercoledì 31 agosto 2011

  • 1 Settembre 2011 alle 18:47
    Permalink

    cON QUALI ARGOMENTI LONZI E C NON ERANO D’ACCORDOO SULLA SISTEMAZIONE IN CENTRO STORICO DELLE CASE POPOLARI?

  • 2 Settembre 2011 alle 22:39
    Permalink

    Fedeli e Lonzi hanno ironizzato accusandomi di essere stranamente di sinistra ma contro i bisognosi. Caruso, invece, mi ha detto che proprio io non dovevo dire quelle cose: il Comune che si mette a comprare case dai privati, allora si che arrivano il sottogoverno e i favoritismi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *