UNA PROPOSTA DI UGO RICOTTI PER LA PEDIATRIA

Vorrei, quindi, provare ad ipotizzare soluzioni sostenibili e più sicure. In primo luogo si dovrebbe verificare se ancora esiste la disponibilità, a suo tempo garantita da parte della direzione aziendale USL e dello stesso assessore Rossi, di potenziare il servizio pediatrico territoriale con la presenza nei distretti di pediatri specialisti (cardiologo, gastroenterologo, allergologo, ematologo ecc.) in supporto a quelli di base convenzionati. Contestualmente dovremmo dare al pronto soccorso l’assetto definitivo che da tempo aspettiamo, nel quale sarebbe da prevedere la presenza di camere di astanteria in seno alle quali si potrebbe facilmente trovare una collocazione idonea, sotto il profilo ambientale, per uno o più letti di astanteria pediatrica, superando così tutte le criticità dell’attuale soluzione e quelle altrettanto gravi insite nelle proposte recentemente fatte dal Sindaco di Volterra nell’ultimo consiglio comunale.